Skip to main content

Il futuro della forza lavoro delle PMI di produzione

Il futuro della forza lavoro delle PMI di produzione

Le nuove tecnologie creeranno nuove possibilità lavorative, ma saranno attività diverse da quelle di oggi e non siamo ancora in grado di prevedere di quali lavori si tratti.

Le attività ripetitive manuali verranno affidate sempre di più a robot, algoritmi, droni e chatbot, mentre ai lavoratori saranno richieste maggiori qualifiche. Le competenze principali di molti lavori cambieranno e, a volte, saranno necessarie nuove abilità. Gli esperti stimano che entro il 2022 circa il 60% dei dipendenti avrà bisogno di maggiore formazione per rimanere attivo nel mercato del lavoro.

Tra le professioni più importanti troveremo quelle legate alla tecnologia, di cui alcune stanno nascendo proprio in questi tempi. In futuro, le opportunità coincideranno con gli aspetti in cui gli esseri umani sono superiori alle macchine. Da questo punto di vista, le PMI della produzione dovranno affrontare la dura sfida di implementare i concetti dell’industria 4.0, adattando i propri modelli di business, digitalizzando in modo coerente e completo i propri processi e dando vita a esperienze cliente uniche. Tutto ciò interessa tutte le aree dell'azienda, dallo sviluppo dei prodotti all'approvvigionamento, dalle vendite all’assistenza.

Ambiti lavorativi importanti per il futuro:

  • Offerta di portali, piattaforme e servizi intelligenti
  • Elaborazione di grandi quantità di dati in tempo reale
  • Conversione dei dati di analisi in strategie (business intelligence)
  • Controllo dell’interazione uomo-macchina nella produzione
  • Prototipazione rapida e stampa 3D durante la fase di sviluppo prodotti
  • Manutenzione predittiva Integrazione di sistemi di assistenza digitale come gli occhiali intelligenti nella logistica
  • Applicazione della realtà aumentata alla manutenzione
  • Lavoro in remoto

Sta aumentando la richiesta di lavoratori che possiedono una combinazione di competenze informatiche e aziendali, dagli scienziati di dati ai progettisti di processi fino agli sviluppatori di AI.

Come cambieranno le competenze chiave

Il punto è che i professionisti giovani di oggi non possono più pensare di fare lo stesso lavoro per tutta la vita. Pertanto, oltre alle competenze professionali, una caratteristica chiave sarà la disponibilità a continuare a formarsi periodicamente durante la propria carriera lavorativa. I reparti di risorse umane cercano sempre meno una serie di qualifiche fisse nei curriculum, ma si aspettano di trovare candidati con una mentalità moderna e competenze più vaste, ovvero con il cosiddetto profilo lavorativo “a forma di T”.

Oltre alla capacità di utilizzare alla perfezione le tecnologie digitali e trasformarle in valore aggiunto, il nuovo mondo del lavoro richiede soprattutto abilità di pensiero analitico e innovativo, nonché la capacità di adattarsi rapidamente alla mutevolezza dei requisiti lavorativi e apprendere le nuove competenze velocemente e in modo proattivo.

La richiesta di dipendenti del futuro è in aumento.

Problema: il livello educativo in Italia è buono ma non sufficiente. Gli esperti temono che si possa verificare una mancanza di lavoratori competenti, dando a vita a vere e proprie guerre dei talenti. Tra le altre cose, il sistema scolastico ha urgente bisogno di essere aggiornato: bisogna cominciare a sviluppare prima le abilità matematiche e tecniche, così come quelle sociali e cognitive come il pensiero collaborativo e in rete. Ma soprattutto, è indispensabile accelerare l’adattamento dei profili lavorativi ai cambiamenti continui dell'economia.

Se in Italia si dovesse creare una mancanza di lavoratori qualificati per l’implementazione della digitalizzazione, il nostro paese rischierebbe di rimanere indietro rispetto alla concorrenza. Soprattutto nelle aziende di medie dimensioni, osserviamo una forte discrepanza tra le tecnologie per la digitalizzazione conosciute e disponibili e la relativa applicazione all’interno delle imprese.

0721 / 96723-263
+43 1 319 15 19
+49 721 96 72 30
703-444-2500
+38 061 21 37 855
+420 241 931 544
+31 (0)85 3033 555
+421 903 717 980
+55 - 11 5054 - 5500
+852-2793-3317
+91 77559 04373
+62 (21) 293 19 366
+603-56124999
++94 76 666 9070
+66 81 6297375
+359 2 423 61 56

Contatti

Potrei ritirare il tuo consenso in qualsiasi momento inviando un'e-mail a [email protected] o [email protected] Ti assicuriamo che tratteremo queste informazioni come strettamente riservate e che saranno utilizzate solo da abas Software GmbH e dai partner abas .(Privacy)

abas Business Solutions

+39-049-7292340

Via San Crispino, 72

35129 Padova PD